italiano english español française
paSSionTandem.it Diario di Viaggio

paSSionTandem.it: Diario di Viaggo

« indietro

mercoledì 22 giugno

Peniche - Vieira de leiria (104 km)

 
 

parigi roubaix? Uno scherzo!

pedrogao_vagueira.jpg

Questa mattina pensavamo di svegliarci con la nebbia, visto che ieri sera dall'oceano arrivava a gran velocità verso la costa. Invece no, tutto sereno, ma caldo per niente. Per le 8 si parte e davanti a noi scorgiamo un altro cicloviaggiatore partito pochi istanti prima dal campeggio. Lo raggiungiamo sulla pista ciclabile fermo a un bivio, pensieroso sulla direzione da prendere. Ci chiede in quale direzione stiamo andando, é canadese di montreal, e la direzione é la stessa per tutti. Quindi percorriamo circa 50 km in sieme a tratti sulla ciclabile in mezzo ai boschi, parallela all'oceano, senza mai vederlo e atratti su strade diroccate e deserte, peggio che lo sterrato. Lui difatti fora, noi lo attendiamo e aprofittiamo per fare il punto della situazione, visti che da qui si presentano parecchie alternative. Pensiamo di raggiugere la costa e di passare da cabo montego. Pronti per ripartire il ragazzo ha ancora un problema, il pneumatico ancora a terra. Ci fa capire di proseguire, che così fa le cose con calma con la preomessa che ci saremmo rivisti nello stesso campeggio che avevamo in programma. Nel paese di figueira da da foz ci fermiamo in un negozio di bici moto e tutto un po per vedere se tro viamo un pneumatico di scorta per la ruota posteriore, quello che ha ce lo facciamo andare bene. Non é per niente facile trovare da queste parti del materiale adatto al nostro mezzo. Da qui la strada sale vertiginosamente fino al cabo montego e oltre nela serra di boa viagen. Da lassù il panorama é sull'immensa foresta che dobbiamo attraversare per arrivare a destinazione. Un bellissimo tratto ancora in un bosco di eucaliptus e qui le strade cominciano a essere davvero accidentate, molto peggio dello sterrato. La parigi roubaix uno scherzo. Rettilinei interminabili con saliscensddi molto dolci, ma in queste strade ci lasciamo 3 raggi della posteriore. Fino a che siamo nella foresta siamo protetti dal vento, ma gli ultimi 15 km faccia al vento e forte come al solito. La sabbia ammucchiata sulla strada qua e la, ma anche oggi siamo qua a raccontarla!!! Ah! L'amico canadese, ora che sono le 19 e 10 non si é ancora visto. Speriamo che se la sia cavata in quelle strade, anche se aveva dei pneumatici poco adatti!

Risorse collegate
pedrogao vagueira(22-6-2011)